MENU

Nutrizione e salute

LATTE E DERIVATI COMBATTONO LA FRAGILITÀ NELL’ANZIANO. IL NUOVO NUMERO DE LATTENDIBILE

23-12-2022

Con i prodotti lattiero caseari si riduce il rischio di cadute e fratture nella popolazione anziana.


Nell’invecchiamento, il declino progressivo delle capacità cognitive e della massa mu­scolare porta ad una progressiva perdita dell’indipendenza, che spesso è responsa­bile della necessità di ricorrere al ricovero in case di riposo per anziani.

Proprio le ca­se di ricovero per anziani sono state il campo spe­rimentale del lavoro esaminato nel nuovo numero de Lattendibile LATTE E DERIVATI COMBATTONO LA FRAGILITÀ NELL’ANZIANO realizzato dal prof. Andrea Ghiselli, presidente SISA (società italiana di scienze dell’alimentazione).


 

Un lavoro enorme condotto su oltre 7000 australiani di età media di 86 anni che ha messo in luce come un intervento nutrizionale a base di prodotti lattiero caseari - appetibili, ampiamente disponibili, a basso costo e quindi facile da applicare – sia in grado di comportare un’importante ri­duzione del rischio di cadute e fratture nel­la popolazione anziana e agisca come strumento di prevenzione, che coniuga l’efficacia di un intervento preventi­vo a quella di un intervento terapeutico.
 

Siamo a conoscenza che la malnutrizione dell’anziano sia responsabile di fragilità, ma spesso dimentichiamo che anche lo scarso consumo di prodotti lattiero caseari è un elemento importante di malnutrizione, tra l’altro facilmente correggibile e in grado di comportare notevoli vantaggi per la salute.

Maggiore enfasi dovrebbe quindi essere posta sulla riduzione della malnutrizione negli anziani e sugli approcci dietetici per ridurre la loro perdita di massa muscolare, funzionalità muscolare, densità ossea e al contempo il loro declino cognitivo.


Tutti i numero de Lattendibile sono consultabili sul portale www.lattendibile.it