Tutti i siti di Assolatte - Associazione Italiana Lattiero Casearia -
MENU
Valori Nutrizionali del latte (proteine e calorie)

Valori Nutrizionali

Scopriamo come mai il latte è così importante per l'uomo e l'apporto nutritivo che può portare alla alimentazione quotidiana.


Il latte è un alimento ricco di sostanze nutritive, composto principalmente da carboidrati, grassi e proteine.
Se prendiamo in considerazione il latte vaccino intero pastorizzato, le percentuali dei suoi valori nutrizionali sono così suddivise:
  • 50,63% di grassi
  • 28,75% di carboidrati
  • 20,63% di proteine.
Le proteine del latte, contenute in percentuale rilevante, sono un ottimo sostegno per la forma fisica. Infatti, coloro che maggiormente ricercano queste sostanze sono gli sportivi. Ma non dovrebbero essere gli unici, anche chi avanza con l’età dovrebbe fare attenzione ad un apporto quotidiano ed equilibrato di questi preziosi nutrienti.
Uno studio ha confermato che il consumo di proteine è il promotore dell’aumento di massa muscolare, soprattutto quando avviene in fase post-esercizio fisico.
In particolare le siero-proteine contenute nel latte si sono dimostrate più efficaci dei carboidrati nell’aumentare la massa magra e conseguentemente il volume delle fibre muscolari.
Come sostiene anche Giampiero Merati, Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze dello Sport, Nutrizione e Salute dell’Università di Milano, le proteine del latte sono più efficienti della altre nel favorire la sintesi proteica muscolare. Questo perché, soprattutto la caseina e le siero-proteine, sono sia caratterizzate da un’elevata digeribilità e assorbimento, sia dotate di una composizione amino-acida ideale per supportare la sintesi proteica muscolare [1].
Un altro dato che risalta sulla composizione del latte e dei suoi valori nutrizionali è la percentuale dei grassi contenuti. Soprattutto a causa dei mass media e di un’opinione pubblica non correttamente informata, i latticini sono considerati causa di obesità e di calorie difficili da smaltire. Invece le tecniche più aggiornate dell’epidemiologia hanno reso evidente il rapporto tra prodotti lattiero-caseari in generale ed il mantenimento dell’idoneo peso corporeo.  Svariate sono le cause di questo risultato, dall’aumento della sazietà al miglioramento dell’insulino–resistenza, dall’aumentata lipolisi al minore assorbimento di grassi grazie alla formazione di micelle insolubili [2, 3]. Inoltre un altro studio effettuato sui partecipanti del Framingham Heart Study nel 1947, conferma che un maggior consumo di latte e derivati si associa ad un minore aumento di peso e di girovita nel tempo.
A questi effetti protettivi a lungo termine del peso corporeo si aggiunge quello a breve termine di studi condotti sui regimi di restrizione calorica [4]. Quest’ultimo studio, che smentisce chi sostiene che le calorie del latte sono causa di obesità, rivela che chi consuma una porzione al giorno di latticini ha un aumento ponderale medio di 0,2 kg annui; chi invece consuma più di tre porzioni aumenta della metà.
 
 
1. Maggioni MA, Cè E, Rampichini S, Ferrario M, Giordano G, Veicsteinas A, Merati G. Electrical stimulation versus kinesitherapy in improving functional fitness in older women: a randomized controlled trial. Arch Gerontol Geriatr. 2010 May- Jun;50(3):e19-25.
 
2. Rideout, T.C., et al., Consumption of low-fat dairy foods for 6 months improves insulin resistance without adversely affecting lipids or bodyweight in healthy adults: a randomized free-living cross-over study. Nutr J, 2013. 12: p. 56.
 
3. Zemel, M.B., Role of calcium and dairy products in energy partitioning and weight management. Am J Clin Nutr, 2004. 79(5): p. 907S-912S.
4. Zemel, M.B., et al., Dairy augmentation of total and central fat loss in obese subjects. International journal of obesity, 2005. 29(4): p. 391-7.